TRA SALENTO E SICILIA: BAROCCO DEL SUD CERIMONIA DI GEMELLAGGIO TRA I COMUNI DI NARDÒ E NOTO


Martedi 22 ottobre si terrà a Nardò Tra Salento e Sicilia: Barocco del Sud. Cerimonia di gemellaggio tra i Comuni di Nardò e Noto. L’iniziativa, promossa dalle Amministrazioni dei rispettivi Comuni, in collaborazione con il Dipartimento di Studi Umanistici dell’Università del Salento e il Dipartimento di Scienze Cognitive, Psicologiche, Pedagogiche e degli Studi Culturali dell’Università di Messina, intende mettere in rilevo alcuni importanti aspetti culturali condivisi dalla cittadina salentina e da quella siciliana, a partire da una riflessione che prende spunto dal barocco architettonico per poi allargarsi anche al «barocco contemporaneo» di illustri esponenti del Novecento letterario come Vittorio Bodini, Carmelo Bene, Leonardo Sciascia, Vincenzo Consolo e Andrea Camilleri. La manifestazione è la tappa conclusiva di un percorso già iniziato a Noto lo scorso 28 marzo e si svolgerà secondo il seguente programma:
alle 9.30, presso il Castello Acquaviva D’Aragona, si terrà una Giornata di Studi a cura di Antonio Lucio Giannone (Università del Salento) e Dario Tomasello (Università di Messina) a cui parteciperanno docenti, ricercatori e dottorandi delle due Università: oltre agli interventi di Giannone e Tomasello (Un carnevale di pietra: interpretazioni letterarie del barocco leccese e siciliano), sono previsti quelli di Katia Trifirò e Simone Giorgino (Carmelo Bene e il Sud del Sud dei Santi), Guglielmo Pispisa e Fabio Moliterni (Sciascia: moderno o barocco?), Paolo Pizzimento e Maria Teresa Pano (Suggestioni mediterranee e barocche nella prosa saggistica e nel teatro di Vincenzo Consolo), Emanuele Broccio e Carolina Tundo (Andrea Camilleri tra barocco dei luoghi e “barocchismo” linguistico. Lo spazio ibrido della ri-scrittura);
 
a seguire Itinerari neritini. Visita guidata alla scoperta della cittàa cura di Antonietta Martignano con la collaborazione della Consulta della Cultura di Nardò;
 
infine, in serata, alle ore 18.30 presso il Teatro comunale di Nardò, si svolgerà la Cerimonia istituzionale di gemellaggio Nardò-Noto, in cui sono previste una lettura dal ‘mal de’ fiori di Carmelo Bene a cura di Simone Franco, una lettura da Horcynus Horca di Stefano D’Arrigo a cura di Gaspare Balsamo e un concerto di Enza Pagliara e Cristiana Verardo che presenteranno il loro progetto Rrosa. Canti e storie di Rosa Balistreri.
Questa voce è stata pubblicata in Avvisi. Contrassegna il permalink.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *