Natura morta

di Antonio Prete

Giorgio Morandi, Natura morta, 1957; olio su tela, 35 x 40,5; Collezione privata; Milano.

Nel cuore delle cose

il sogno di una linea.

Il principio è la curva

che  scende lungo la bottiglia,

è l’orlo della brocca

in cui respira il mondo.

Sulla parete il colore cerca il neutro:

il suo infinito.

La trasparenza dell’aria dorme su un piano.

Questa voce è stata pubblicata in Poesia e contrassegnata con . Contrassegna il permalink.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *