“Le parole sono pietre” – Casarano, 23 settembre 2022

Il tema di quest’anno sarà “La Turchia e i rapporti col Salento, tra passato e presente” e l’obiettivo sarà quello di accrescere attraverso l’arte, la poesia e la musica, la conoscenza reciproca dei due paesi, che vada a rafforzare il già esistente sentimento di amicizia ed agevolare lo sviluppo culturale, sociale ed economico di entrambi i territori. E di questo ci parleranno il Console turco Pinar Ugursal Bolognini e la prof.ssa Isabella Oztasciyan Arnesano ex docente di letteratura neogreca all’Università del Salento.

Poiché la Puglia è sempre stata un crocevia molto importante e un punto di approdo di diversi popoli, tra cui i turchi, e considerando che negli ultimi anni tra le due nazioni si è sviluppato un rapporto di collaborazione e cooperazione, tanto che l’Italia è uno dei maggiori paese stranieri che investe in Turchia, siamo certi che la manifestazione avrà un ottimo riscontro di pubblico e un’alta valenza culturale e sociale per il Basso Salento.

Daniele Dell’Angelo Custode è l’artista che sta affascinando architetti creativi e designer per la sua appassionata operosità ed esuberante bravura nel controllo della lavorazione del metallo. L’artista salentino affermato a livello internazionale, ama la ricerca del rapporto tra scultura e spazio circostante, gioca con la luce per modellarla dentro le sue opere. E’ un’artista in cui l’atto creativo e l’approccio intellettuale, si accompagnano ad una “straripante” capacità manuale che gli permette di trasformare un materiale quale il ferro, rigido in natura, in “infinite” e diverse forme e texture. “Il ferro lo convinci… ma non del tutto. Le regole sono e rimarranno le sue” dice l’artista, anche se osservandone i lavori, si intravede una mano ferma che con rispetto e risolutezza, modifica e forgia il metallo. Le opere recenti evidenziano una concreta maturità nell’uso del ferro. Le sue opere sono indirizzate verso quell’arte informale, che spazialmente evoca le interessanti contaminazioni materiche dell’avanguardie, ma da cui l’autore riesce a rileggere ed esibire una sofisticata contemporanea espressività. Le opere riscuotono interesse per la loro colta elaborazione, inserendosi nel paesaggio artistico per il quale Daniele Dell’Angelo Custode davvero, mostra di avere ancora molto da dire.

Distinti saluti

Cinzia De Rocco

Presidente ass. cult. Percorsi d’Arte

Questa voce è stata pubblicata in Avvisi e comunicati stampa. Contrassegna il permalink.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *