Archivi tag: Luigi Scorrano

Chiacchiere

di Luigi Scorrano Esiste un’Accademia delle chiacchiere? Esiste. La sua sede non è introvabile. Chi la cerca potrà trovarla, di solito e a colpo sicuro, nella parte anteriore e all’aperto di un bar, di una caffetteria, di una pasticceria o … Continua a leggere

Pubblicato in Prosa | Contrassegnato | Lascia un commento

Paghi uno prendi  tre

di Luigi Scorrano La  formula, non c’è che dire, è indovinatissima. Chi l’ha inventata sarà stato debitamente onorato non con laudi vane ma con qualcosa di più consistente: facciamo … con qualche assegno. La cosa ci può incuriosire ma niente … Continua a leggere

Pubblicato in Prosa | Contrassegnato | Lascia un commento

Visibilità

di Luigi Scorrano C’è, oggi, una preoccupazione che colpisce un grandissimo numero di uomini e di donne. Una preoccupazione tale da costituire un problema, quando le si dia un’esagerata importanza. È la preoccupazione per la propria “visibilità”. La maggior parte … Continua a leggere

Pubblicato in Divagazioni di Luigi Scorrano, Prosa | Contrassegnato | Lascia un commento

Un po’ mascalzone, quanto basta!

di Luigi Scorrano In quel variegato serbatoio di impressioni e di pensieri, di osservazioni e di annotazioni fuggevoli oltre che di dure schegge di riflessione, (e mi riferisco al suo Viaggio in Italia), Goethe riversò non solo le sue impressioni di … Continua a leggere

Pubblicato in Prosa | Contrassegnato | Lascia un commento

Soave – uno scherzo

di Luigi Scorrano Ci si sveglia, certe mattine, con una parola che ronza insistente nella testa e che non ti lascia in pace se non quando hai compiuto l’onesto sforzo di cercarne esempi di collocazione, di efficacia se inserita nel … Continua a leggere

Pubblicato in Letteratura | Contrassegnato | Lascia un commento

Per traini te maravija di Giuseppe Greco

di Luigi Scorrano Credo di avere, con Giuseppe Greco, un debito morale. Nessuno, nemmeno lui, me lo ha mai rinfacciato o semplicemente ricordato. Avevo promesso di scrivere qualcosa sulla sua poesia e sulla sua pittura. O, molto più semplicemente in un … Continua a leggere

Pubblicato in Letteratura | Contrassegnato | Lascia un commento

Andare per le vie

di Luigi Scorrano Per le vie è suggestivo titolo di una raccolta novellistica di Giovanni Verga pubblicata nel 1883, quasi a ridosso delle più note e celebrate Novelle rusticane che hanno goduto di maggior fortuna sia per intrinseci valori d’arte, … Continua a leggere

Pubblicato in Letteratura | Contrassegnato | Lascia un commento

Smontare il presepio

di Luigi Scorrano Un’azione triste quella di smontare un presepio; anzi, il presepio, la cui unicità  è nel cuore di chi ha costruito la scena devota, l’ingenuo sogno d’infanzia che l’età adulta si sforza vanamente di riafferrare. Il presepio è … Continua a leggere

Pubblicato in I mille e un racconto, Racconti di Luigi Scorrano | Contrassegnato | Lascia un commento

Per amica silentia

di Luigi Scorrano La poesia talvolta dona, a chi la legge, un brivido di felicità che nasce da un’immagine inattesa, da una parola collocata in una impensata giacitura nel verso, da un passaggio che altri ne riporta alla memoria e … Continua a leggere

Pubblicato in Letteratura | Contrassegnato | Lascia un commento

Aldo Vallone ovvero la persistenza della memoria

di Luigi Scorrano Alla data Luglio-Agosto 2002, nelle pagine culturali di “Presenza Taurisanese”, Ennio Bonea pubblicava un articolo su Aldo Vallone, sul collega ed amico con il quale, dentro e fuori dell’ambito universitario ch’era il loro habitat, aveva condiviso o … Continua a leggere

Pubblicato in Recensione | Contrassegnato | Lascia un commento