Archivi tag: Viator

Finibusterrae di V i t t o r i o B o d i n i

di Viator Vorrei essere fieno sul finire del giorno portato alla deriva fra campi di tabacco e ulivi, su un carro che arriva in un paese dopo il tramonto in un’aria di gomma scura. Angeli pterodattili sorvolano quello stretto cunicolo … Continua a leggere

Pubblicato in Poesia | Contrassegnato | Lascia un commento

E’ una palpebra malata di F l o r i o S a n t i n i

di Viator E’ una palpebra malata ad avvertirmi che Lei s’è mossa. Non so da quanto partirà lontano ma son sicuro ch’abbia scelto, ormai. E’ una palpebra malata a segnalare la trasformazione. Quella borsa di pelle nell’angolo d’uno sguardo mutato … Continua a leggere

Pubblicato in Poesia | Contrassegnato | Lascia un commento

U n s o g n o di Giulia Licci

di Viator     Zitta zitta torna a me      torna a me non so perché      sempre all’erta e novembrina      la mia Musa puntualina      e non tanto peregrina      che non possa ancora fiori      fiori offrire alla … Continua a leggere

Pubblicato in Poesia | Contrassegnato | Lascia un commento

U n t e m p o D i o di Alda Merini

di Viator Il sapere non dice nulla se la vita è archiviata dal Signore: vita e vite: due simboli, due forze che Dio mi ha tolto dopo il Suo banchetto. Un tempo anch’io ero tra gli invitati e non ultima, … Continua a leggere

Pubblicato in Poesia | Contrassegnato | Lascia un commento

Vorrei essere immortale di Salvatore Toma

di Viator Vorrei essere immortale per un certo numero di anni sapere di non incappare in strani eventi sorprese disgustose lutti condanne rimorsi. Saprei allora essere diverso forte incorreggibile sfidare tutto con destrezza sapere già la sera se al mattino … Continua a leggere

Pubblicato in Poesia | Contrassegnato | Lascia un commento

Congedo di C l a u d i a R u g g e r i

di Viator “Le fer des mots de guerre se dissipe dans l’hereuse matière sans retour” (Yves Bonnefoy) così dal colmo, ormai, nuoce il dimandar parenzé, come il Distrarsi. Lasciatemi a questa strana circostanza. Qui so, con il mio amore, e … Continua a leggere

Pubblicato in Poesia | Contrassegnato | Lascia un commento

Visita alla casa di Giulio Cesare Vanini di E r c o l e U g o D ’ A n d r e a

di Viator Ho fiancheggiato le serre salentine, dall’altro lato una tempesta di fiori di tabacco. . Ho attraversato paesi nell’umidore d’uno scirocco fiaccante. . Sono arrivato a Taurisano nell’ora della Messa vespertina. . Nella tua casa fanno il nido le … Continua a leggere

Pubblicato in Poesia | Contrassegnato | Lascia un commento

D’improvviso… di  S t e f a n o   C o p p o l a

di Viator D’improvviso ecco l’uomo solo di fronte alla bocca d’acciaio e l’urlo allucinante che si alza oltre le raffiche non più di terrore solo di sdegno . Quando più non rimane il corpo ad ascoltare i lamenti solo la … Continua a leggere

Pubblicato in Poesia | Contrassegnato | Lascia un commento

Pellegrini del mondo di F r a n c e s c o P o l i t i

di Viator Dimmi, tu Stella, che le ardenti rotte con i tuoi vanni folgoranti assali, in quale cupo abisso della notte si chiuderanno alfine le tue ali? Dimmi, tu Luna, che ti volgi intorno nel vacuo cielo, grigio pellegrino, nel … Continua a leggere

Pubblicato in Poesia | Contrassegnato | Lascia un commento

Il limone di G i o v a n n i B e r n a r d i n i

di Viator Sono uscito nell’orto mite di settembre a guardare il limone, l’albero venerando d’età ferito dal solco delle nevi e dei venti, inclinato sul muro a sorreggere la sua decrepitezza, ora invasa dall’abbraccio mortale d’una vite selvaggia. Nel cristallo … Continua a leggere

Pubblicato in Poesia | Contrassegnato | Lascia un commento