Archivi categoria: Prosa

Quello stupore che unisce la poesia alla scienza

di Antonio Errico Disse una volta Albert Einstein che la più bella e profonda emozione che possiamo provare è il senso del mistero; sta qui il seme di ogni arte, di ogni vera scienza.Non faceva distinzione fra l’arte e la … Continua a leggere

Pubblicato in Prosa, Scienza | Lascia un commento

Quell’emozione del sapere che vince la noia

di Antonio Errico La nostalgia è un sentimento di una delicatezza estrema. Qualche volta è una spina “pungente e senza condono” dice Giorgio Caproni; qualche volta è un sollievo che il passato ci concede. È il tempo che si muove … Continua a leggere

Pubblicato in Prosa | Contrassegnato | Lascia un commento

La natura di Lecce nella letteratura tra passato e futuro

di Antonio Errico C’è un’ora in cui ogni città appare con il suo volto autentico, sincero, senza maschera che abbellisca o che abbruttisca, senza teatri bizzarri, senza finzioni. C’è un’ora in cui ogni città si ritrova da sola con se … Continua a leggere

Pubblicato in Prosa | Lascia un commento

È il caso che governa l’universo e l’esistenza

di Antonio Errico “Tutto, amici miei, dipende dal caso”. Comincia con questa frase un  racconto che sta in un piccolo libro di 86 pagine di Ottavio Cecchi intitolato “L’ornitologo”. Forse è davvero così: dipende tutto dal caso. Forse tutto quello … Continua a leggere

Pubblicato in Prosa | Contrassegnato | Lascia un commento

Viaggiare

di Gianluca Virgilio Ma i veri viaggiatori partono per partire: cuori leggeri, come palloni in alto vanno, il loro corso mai vorrebbero smarrire, dicono sempre “andiamo!” ed il perché non sanno. Charles Baudelaire, Il viaggio, tradotto da Antonio Prete Un viaggio … Continua a leggere

Pubblicato in Prosa | Contrassegnato | Lascia un commento

La comunicazione frivola e maleducata del nostro tempo

di Antonio Errico Io non lo conosco. È uno dei tanti viaggiatori sconosciuti che per qualche ora abitano la carrozza del treno. Però conosco le sue storie. So come si chiamano la moglie e i figli, che cosa fanno. So che … Continua a leggere

Pubblicato in Prosa | Contrassegnato | Lascia un commento

Quando il gioco si fa duro

di Paolo Vincenti “Guarda i miei piedi che ballano lo swing al centro del ring al centro del ring Guarda i miei piedi che ballano lo swing al centro del ring al centro del ring Destro sinistro. Colpisci l’avversario. Non dargli respiro. Annientalo distruggilo…” (“Battiti di ali di farfalla”   – … Continua a leggere

Pubblicato in Prosa | Contrassegnato | Lascia un commento

Cosa resterà degli anni Ottanta?

di Paolo Vincenti “Dentro o fuori la televisione? meglio artefatto e volgare o meglio coglione? il risultato è il tuo cosmetico efficacia ne ha tanta se la mia pelle è nel 2000 e la tua è ancora anni ’80” (“Non … Continua a leggere

Pubblicato in Prosa | Contrassegnato | Lascia un commento

Camilleri e i poeti che vogliono salvare i nostri destini

di Antonio Errico Chissà se poi Andrea Camilleri non rassomigli davvero a Tiresia, l’indovino: con quegli occhi ormai senza alcuna luce, con quella voce roca che sembra provenire dalla profondità di un pozzo di mistero, con le sopracciglia che sembrano … Continua a leggere

Pubblicato in Prosa | Contrassegnato | Lascia un commento

L’immaginazione al potere

di Augusto Benemeglio Hédi André Bouraoui  ha scritto diverse opere in cui  vengono spesso trattate tematiche inerenti all’interculturalità e alla trascendenza delle frontiere culturali. È un tunisino che vive  da diversi anni in Canada dove insegna Letteratura e Scienze  Umane all’Università … Continua a leggere

Pubblicato in Prosa | Contrassegnato | Lascia un commento