Archivi categoria: Prosa

La semplicità, ovvero l’arte di saper vivere

di Antonio Errico Così, semplicemente. Forse non esiste più nulla che possa dirsi semplice o che accada così, semplicemente. I fatti, le storie, le cose, i fenomeni, gli eventi, i rapporti con gli altri e anche quelli con se stessi, … Continua a leggere

Pubblicato in Prosa | Contrassegnato | Lascia un commento

Il progresso è fatto dai sognatori

di Antonio Errico Sono quelli che scagliano lo sguardo oltre il punto in cui quello degli altri riesce a malapena ad arrivare. Quelli che immaginano fenomeni e storie che gli altri non sanno immaginare. Sono quelli che portano il pensiero … Continua a leggere

Pubblicato in Prosa | Contrassegnato | Lascia un commento

Insegnare la gentilezza attraverso la conoscenza

di Antonio Errico Gentilezza vuol dire cortesia, garbo, grazia, delicatezza, premura, cordialità, sollecitudine, riguardo. I suoi contrari significano scortesia, sgarbatezza, scostumatezza, inciviltà, maleducazione. Leggo sui giornali che in una scuola media della provincia di Treviso, Mara Pillon, docente di italiano, … Continua a leggere

Pubblicato in Prosa | Contrassegnato | Lascia un commento

Voltarsi, perderti, per vivere ancora. Euridice di Roberto Vecchioni

di Adele Errico Con furia e dolcezza nella voce, canterà finché non avrà più fiato in gola. Canterà per un’umanità che insegue la vita pur consapevole che non si può trattenerla, per creature mortali che, destinate a diventare barlumi di … Continua a leggere

Pubblicato in Prosa, Recensione | Contrassegnato | Lascia un commento

La bellezza dell’arte popolare nei nostri paesi

di Antonio Errico Una città del Salento. Non grande, non piccola. Una media città. Un paese che d’inverno è soltanto paese e che nei giorni d’estate, di festa, di ponte, diventa città d’arte e vacanza. La gente va e viene … Continua a leggere

Pubblicato in Prosa | Contrassegnato | Lascia un commento

Il Vangelo e i nostri piccoli miracoli

di Antonio Errico Racconta Matteo nel suo Vangelo che, passato il sabato, all’alba del primo giorno della settimana, Maria di Màgdala e l’altra Maria andarono a visitare il sepolcro. All’improvviso sentirono un terremoto e subito dopo un angelo del Signore, … Continua a leggere

Pubblicato in Prosa | Contrassegnato | Lascia un commento

Comprendiamo il presente solo conoscendo l’antico

di Antonio Errico In una lettera del 5 gennaio 1871 indirizzata a Francesco Florimo, Giuseppe Verdi scriveva: torniamo all’antico e sarà un progresso. Antico è quello che è venuto prima e che ha lasciato traccia, resistendo all’infuriare del tempo, all’erosione … Continua a leggere

Pubblicato in Prosa | Contrassegnato | Lascia un commento

Che bel popolo gli Italieni!

di Paolo Vincenti Italiani forever La sindrome di San Matteo. Il Pd ha subito una sonora sconfitta alle scorse elezioni, e questa ormai è storia. Il brutto the day after del partito lo vede ridotto ai minimi termini. “Renzi uccide … Continua a leggere

Pubblicato in Prosa | Contrassegnato | Lascia un commento

La letteratura salentina in cerca di nuovi linguaggi

di Antonio Errico Per quanto è stato breve – fugace – il Novecento, o per quanto è stato lungo (interminabile, si è anche detto), la letteratura del Salento lo ha attraversato confrontandosi con le sue storie complesse, complicate, con i … Continua a leggere

Pubblicato in Letteratura, Prosa | Contrassegnato | Lascia un commento

Solo sensibilità e intelligenza sconfiggono le sirene virtuali

di Antonio Errico Le Sirene di Omero promettevano conoscenza. Nella traduzione di Rosa Calzecchi Onesti, che personalmente preferisco, ai versi 184- 189 del libro dodicesimo dell’Odissea dicono così: “Qui, presto, vieni, o glorioso Odisseo, grande vanto degli Achei,/ferma la nave, … Continua a leggere

Pubblicato in Prosa | Contrassegnato | Lascia un commento