Archivi tag: Antonio Prete

Sulla Senna

di Antonio Prete Il ponte, la sua ombra. Sull’argine il passaggio del vento che guizza tremando nel fogliame. In cerchio tre ragazze disegnano tatuaggi sulle braccia. Il rumore della città non abolisce la voce del fiume. . Sotto il cielo … Continua a leggere

Pubblicato in Poesia | Contrassegnato | Lascia un commento

Guerra

di Antonio Prete Un niente, cenere di niente. Quel ch’era respiro e vento  voce di contrade,  grido di stelle, quel ch’era corpo a corpo di dolcezza, è un niente, cenere di niente. Occhi che erano mondo,  ricordi che erano altari … Continua a leggere

Pubblicato in Poesia | Contrassegnato | Lascia un commento

Prefazione allo Zibaldone galatinese di Gianluca Virgilio

di Antonio Prete Le congetture relative all’origine e al significato della parola zibaldone – etimo arabo, variante di zabaione, raccolta eterogenea di scritti, mescolanza di forme diverse – sono state come sgominate o relegate a mere disquisizioni lessicali dinanzi al … Continua a leggere

Pubblicato in Zibaldone galatinese di Gianluca Virgilio | Contrassegnato | Lascia un commento

A Tours

di Antonio Prete A Tours, alberi piantati nell’acqua della Loira, come colonne di basalto, in cima una chioma con vento e uccelli. Una musica di tamburi viene dalla riva.     . Altri alberi su terre aride si bevono tutto il cielo … Continua a leggere

Pubblicato in Poesia | Contrassegnato | Lascia un commento

Luna di neve marcia

di Antonio Prete                                       ein matschiger Mond                                          (Paul Celan, Fadensonnen ) . Luna di neve marcia, gli alberi, quando sorgi, si tengono per mano, la terra rabbrividisce nel suo mantello di silenzio, . la polvere è accesa di … Continua a leggere

Pubblicato in Poesia | Contrassegnato | Lascia un commento

Natura morta

di Antonio Prete Nel cuore delle cose il sogno di una linea. Il principio è la curva che  scende lungo la bottiglia, è l’orlo della brocca in cui respira il mondo. Sulla parete il colore cerca il neutro: il suo … Continua a leggere

Pubblicato in Poesia | Contrassegnato | Lascia un commento

Morfologia del bianco

di Antonio Prete C’erano nel bianco riverberi di bianco, che spumeggiando rotolavano su una distesa bianca, il cielo, sopra, era bianco, un cielo perso nella luce che lo abbagliava di bianco, è assenza, mi dicevo, è vuoto d’assenza, ma era … Continua a leggere

Pubblicato in Poesia, Prosa | Contrassegnato | Lascia un commento

Paesaggio

di Antonio Prete Dove il celeste svapora nel bianco,  sopra la macchia e le scogliere grigie,  corrono nubi che fanno figure  di caprioli leggeri, di perduti pensieri. Nella sera si disfano pallide forme, sguscia il gheriglio al colpo della pietra … Continua a leggere

Pubblicato in Poesia | Contrassegnato | Lascia un commento

Povertà della parola

di Antonio Prete . Può l’esistenza farsi alfabeto, suono, verbo di presenza? . Il respiro della terra e del dolore sfiora la pelle delle sillabe, non è sangue e corpo della lingua, ma solo ospite, solo passeggero. . Il mare … Continua a leggere

Pubblicato in Poesia | Contrassegnato | Lascia un commento

L’unicorno ferito

di Antonio Prete                                                                                           a Raúl Zurita L’unicorno ferito che ritorna racconta di una fine che non ha mai fine, racconta di corpi bruciati nelle strade, di nubi crocefisse al mattino. Dice che le lenzuola di morte coprono le piazze. … Continua a leggere

Pubblicato in Poesia | Contrassegnato | Lascia un commento