Archivi tag: Antonio Prete

Su una foto di mia madre

di Antonio Prete Sulle labbra il riflesso di un sorriso trattenuto nel chiuso dei pensieri, una dolcezza intorno che è linea e forma del viso. Il ricamo bianco di trina dalle spalle scende sul petto spargendo fiori sulla fiorata veste. … Continua a leggere

Pubblicato in Poesia | Contrassegnato | Lascia un commento

La partenza

di Antonio Prete La buganvillea,  mia madre al cancello, un addio ch’era vento, sole nel vento, il viso stellato dal pianto e dal sorriso, l’agave in fiore, gli alberi vuoti di pensieri, inerti, era svellere il sasso dalla terra, rubare … Continua a leggere

Pubblicato in Poesia | Contrassegnato | Lascia un commento

La stella

di Antonio Prete Sfrangiate, con l’addio, le tue postille nell’acqua opaca delle stagioni. Lungo il dirupo della lontananza è naufragato il tu dei nostri silenzi. Eppure non un istante è passato se contemplo nella notte d’inverno Betelgeuse, ricordi, la tua … Continua a leggere

Pubblicato in Poesia | Contrassegnato | Lascia un commento

Marina

di Antonio Prete Il tempo, sulla riva, è selce, è alga, orlo d’anfora, scheggia di conchiglia, frammento d’osso, polvere di vita, vento d’onda che fruga nello scoglio, è quieta ombra che plana sulla sabbia. Lontano, il lampo d’una cresta in … Continua a leggere

Pubblicato in Poesia | Contrassegnato | Lascia un commento

Elevazione

  di Antonio Prete Dal cuore scuro del carrubo muovono rami leggeri che arabescano il cielo. In questa dispiegata luce, che è oblio di stelle, volano vuoti i pensieri. Il rovo della vita non ha spine. In alto a cerchi … Continua a leggere

Pubblicato in Poesia | Contrassegnato | Lascia un commento

Parvenze

di Antonio Prete   Paiono venature di una foglia oppure veli di nuvole in fuga quelle che furono figure di un amore, mentre gli inverni lavavano le strade e il lento crepitio delle domeniche incendiava i calendari. Corpi leggeri, ora … Continua a leggere

Pubblicato in Poesia | Contrassegnato | Lascia un commento

Il Sessantotto. La fascinazione dell’inizio

di Antonio Prete Milano, inverno e primavera 1968 Acerba intimità con l’impossibile. Una pioggia di volti lungo il giorno, le strade solidali con il grido. Era cielo, era carne il desiderio. Prosodia della rivolta, Vietnam, Praga, la lontananza ferita era … Continua a leggere

Pubblicato in Memorie, Prosa | Contrassegnato | Lascia un commento

Meriggio

di Antonio Prete Alta, sul brivido di scaglie e lampi, la torre saracena. Barche capovolte sulla rena. Spente voci di approdi nel blu che trascolora. La linea della lontananza è negli occhi della riva. L’ombra di un gabbiano trascorre sugli … Continua a leggere

Pubblicato in Poesia | Contrassegnato | Lascia un commento

Il dialogo della scogliera e della macchia

di Antonio Prete A Sud di Otranto, tra il faro di punta Palascìa e Porto Badisco, lasciando a destra le terre che un tempo circondavano l’ Abbazia di Casole, si può prendere un sentiero che porta verso il mare. Abbandonando … Continua a leggere

Pubblicato in Racconti di Antonio Prete | Contrassegnato | Lascia un commento

Ospitalità, incrocio di cammini

di Antonio Prete Ci sono alcune parole che nel nostro tempo, e in particolare nei nostri giorni, sono offese. O straziate. Perché svuotate di senso, respinte nell’insignificanza, rinviate a quella coscienza dell’umano ritenuta puro orpello di anime belle. Parole ritenute … Continua a leggere

Pubblicato in Culture e popoli, Prosa | Contrassegnato | Lascia un commento