Archivi tag: Antonio Prete

Su Dimora naturale di Andrea Bajani

di Antonio Prete Dimora naturale di Andrea Bajani (collezione di poesia Einaudi) è una corona di ottave, di cinquanta ottave. Ma si tratta di ottave che, rinunciando alla cantabilità della tradizione cavalleresca e al percussivo incantamento della rima, prendono nel … Continua a leggere

Pubblicato in Recensione | Contrassegnato | Lascia un commento

Nella stanza

di Antonio Prete                                       A Mark Strand        Una stanza, con stampe alle pareti, vi volò dentro la luna, sdraiandosi sul tavolo,  fuori lui camminava sul tappeto di foglie e di aghi, camminava sul viale di pini, entrò il vento dalla … Continua a leggere

Pubblicato in Menhir di Antonio Prete, Poesia | Contrassegnato | Lascia un commento

Credenze d’estate

di Antonio Prete Tralascia l’anatomia dell’estate, la fisica e la metafisica dell’albero, guarda solo la cosa nel suo stare, osservane l’essenza con occhi ardenti, e tutto quel che a lei non appartiene riducilo a cenere. . Nel cielo bianco segui … Continua a leggere

Pubblicato in Menhir di Antonio Prete, Poesia | Contrassegnato | Lascia un commento

Dell’accadere

di Antonio Prete                                                     a Pascal Gabellone     Il velluto della foglia su cui scivola la mano, l’onda che da grigia si fa azzurra nel piumaggio della pernice, la ferita nella creta, col giallo che s’abbuia. . Oppure il luminescente vortice … Continua a leggere

Pubblicato in Menhir di Antonio Prete, Poesia | Contrassegnato | Lascia un commento

Che questo mondo rimanga

di Antonio Prete Che questa luce d’evidenza non si spenga come il cielo nella pozza priva d’acqua. . Che questo mondo rimanga com’è stasera, fermo nella sua trasparenza, che altri possano cogliere questo frutto, il suo quieto sapore. . Che … Continua a leggere

Pubblicato in Menhir di Antonio Prete, Poesia | Contrassegnato | Lascia un commento

Il furore, la grazia

di Antonio Prete Gli scritti e gli interventi di Gianni Scalia su Pier Paolo Pasolini, qui raccolti, raccontano gli interni di un dialogo, nelle cui parole si rifrangono sia le vicissitudini dell’epoca apertasi dopo il fascismo – e che di … Continua a leggere

Pubblicato in Letteratura, Scritti critici di Antonio Prete | Contrassegnato | Lascia un commento

Qualche considerazione sul tempo della pandemia

di Antonio Prete Qualche breve considerazione su questo tempo che stiamo attraversando. La pandemia – come è accaduto, lungo i secoli, in occasione di pestilenze, di genocidi, di stragi – richiama il pensiero verso la necessità di uno sguardo sul … Continua a leggere

Pubblicato in Pandemia Covid-19, Prosa | Contrassegnato | Lascia un commento

Le lointain

di Antonio Prete La traduction est dédiée à Walter Gamet, dans le lointain et si proche pourtant. Se trouver dans une situation de lointain : la source de l’émerveillement. Pour Dorothy, atteindre la cité d’Émeraude c’est traverser le lointain, emportant ses … Continua a leggere

Pubblicato in Traduzioni | Contrassegnato | Lascia un commento

Lontananza

di Antonio Prete Con un racconto e una lettura di Caterina Pastura Stare in uno stato di lontananza: il principio della meraviglia. Per Dorothy, raggiungere la Città di Smeraldo è attraversare la lontananza, portandosi dietro, di passo in passo, i … Continua a leggere

Pubblicato in Prosa, Scritti critici di Antonio Prete | Contrassegnato , | Lascia un commento

Le forme che non sono

di Antonio Prete Perché amo le forme che non sono, la loro trasognata trasparenza, il battito di luce che le scuote, visibile soltanto nei pensieri, è per questo che abito il paese della lingua, diceva, dove trema in quel che … Continua a leggere

Pubblicato in Menhir di Antonio Prete, Poesia | Contrassegnato | Lascia un commento