Archivi tag: Gianluca Virgilio

Lezione di Geostoria: il viaggio di Malik

di Gianluca Virgilio Malik è un giovane africano di diciotto anni, ha gli occhi grandi e profondi e parla poco, solo se interrogato. Da qualche tempo sta seduto al primo banco nella classe seconda della mia scuola e segue le … Continua a leggere

Pubblicato in Prosa | Contrassegnato | Lascia un commento

di Gianluca Virgilio Uccio Giannini, Pantaleo per l’anagrafe, è nato il 23 febbraio 1928 a Galatina, dove è morto il 4 settembre 2010, all’età di ottantadue anni. Primo di dieci fratelli, il padre commerciante di biciclette e di altri articoli … Continua a leggere

Pubblicato il da wp_2601243 | Lascia un commento

Ces années-là

di Gianluca Virgilio Aujourd’hui ce sont des criailleries sur cette lointaine saison ce sont des mots insensés et déplacés. Lui n’a vécu que pour ce moment. Mais tourner la tête il le faut et pleurer à nouveau pour tout ce … Continua a leggere

Pubblicato in Poesia | Contrassegnato | Lascia un commento

Il Treno della memoria, che noia!

di Gianluca Virgilio Quando mi è stato chiesto di accompagnare a Lecce i miei studenti, ho accettato subito di buon grado, pregustando la passeggiata che avrei fatto in città in loro compagnia, di mattina, nel tempo in cui avrei dovuto … Continua a leggere

Pubblicato in Prosa | Contrassegnato | Lascia un commento

Zibaldone galatinese (Pensieri all’alba) XI

di Gianluca Virgilio Calligrafia. Scrivere bene, cioè con una bella grafia, significa possedere un equilibrio mentale capace di regolare bene il rapporto tra ciò che si pensa e si vuol dire e la mano che traccia dei segni sul foglio … Continua a leggere

Pubblicato in Zibaldone galatinese di Gianluca Virgilio | Contrassegnato | Lascia un commento

Quegli anni

di Gianluca Virgilio Ora c’è chi sbraita su quella lontana stagione, dice parole insensate e stonate. Non ha vissuto che per questo momento. Ma volgere il capo bisogna e piangere ancora per quanto è accaduto. Dimenticare? Mai! Viviamo appesi al … Continua a leggere

Pubblicato in Poesia | Contrassegnato | Lascia un commento

Perché Baricco ha ucciso gli dei

di Gianluca Virgilio Un monologo il cui contenuto si riduce a una sfilata di oggetti – questo è il romanzo contemporaneo. M. Cioran, Quaderni 1957-1972. Il libro di Alessandro Baricco dal titolo Omero, Iliade, Feltrinelli 2004, ha la grande ambizione di riproporre … Continua a leggere

Pubblicato in Recensione | Contrassegnato | Lascia un commento

La linea novecentesca salentina della letteratura e dell’arte

di Gianluca Virgilio Sono passati nove anni dall’inizio del nuovo secolo, e già possiamo affermare quanto i nostri antenati salentini di cento anni fa difficilmente avrebbero potuto dire in riferimento al secolo che li precedette, ovvero che la periodizzazione e … Continua a leggere

Pubblicato in Recensione | Contrassegnato | Lascia un commento

Antonio Prete narratore

di Gianluca Virgilio …in ogni istante io sogno sulle cose, immagino oggetti o persone la cui presenza qui non è incompatibile con il contesto e che tuttavia non si mescolano al mondo, ma sono oltre il mondo, sul teatro dell’immaginario. Maurice Merleau-Ponty, Fenomenologia della percezione, … Continua a leggere

Pubblicato in Letteratura, Recensione | Contrassegnato | Lascia un commento

Zibaldone galatinese (Pensieri all’alba) X

di Gianluca Virgilio I Balcani  – e non solo – innamorati di Madre Teresa di Calcutta, di origine albanese e nata a Skopje. A Tirana le è stata dedicata un’intera piazza, a Skopje la casa natale è un museo e … Continua a leggere

Pubblicato in Zibaldone galatinese di Gianluca Virgilio | Contrassegnato | Lascia un commento