Archivi categoria: Elzeviri di Paolo Maria Mariano

Valutare le attività culturali

di Paolo Maria Mariano Una delle tante conseguenze della crisi che si registra in questi anni – crisi fortemente influenzata da miopia dei governanti, se non (quando è il caso) da loro evidente, boriosa, incapacità, e dalla povertà etica che … Continua a leggere

Pubblicato in Elzeviri di Paolo Maria Mariano | Contrassegnato | Lascia un commento

Sic rebus stantibus

di Paolo Maria Mariano Nell’ultimo numero de “Il Galatino”, prima della pausa estiva di questo 2014, Gianluca Virgilio si chiedeva se fosse il caso o meno, alla ripresa settembrina delle pubblicazioni, di continuare la sua rubrica “Come stanno le cose”, … Continua a leggere

Pubblicato in Elzeviri di Paolo Maria Mariano | Contrassegnato | Lascia un commento

Pedalando

di Paolo Maria Mariano Un giorno, un uomo che chiamarono l’Airone, ma anche il Campionissimo, pedalò da solo in cima al Pordoi e Mario Ferretti, il cronista, riferì che la sua maglia era bianco-azzurra e il suo nome era Fausto … Continua a leggere

Pubblicato in Elzeviri di Paolo Maria Mariano | Contrassegnato | Lascia un commento

Filosofia: solido legame tra scienza e letteratura

di Paolo Maria Mariano Il gesso tracciava formule sulla lavagna. L’aula era abbastanza piena. L’inverno scorreva verso la primavera. Per fare una pausa chiesi se qualcuno leggesse narrativa con qualche non trascurabile frequenza. Si alzarono solo due mani. Immagino – … Continua a leggere

Pubblicato in Elzeviri di Paolo Maria Mariano | Contrassegnato | Lascia un commento

L’odore della guerra

di Paolo Maria Mariano L’Esposizione Universale, EXPO 2015, è stata inaugurata a Milano ed è stata pubblicizzata in maniere molteplici da eventi fausti e infausti, i primi spesso di non trascurabile garbo, gli altri emersi forse dal senso di potere … Continua a leggere

Pubblicato in Elzeviri di Paolo Maria Mariano | Contrassegnato | Lascia un commento

Dimenticare la Storia provoca danni

di Paolo Maria Mariano Siamo impastati di memoria; essa partecipa alla definizione della nostra identità, anzi ne è il primo motore: siamo il risultato di quello che siamo stati, o meglio, della macerazione di quello che siamo stati. La memoria, però, … Continua a leggere

Pubblicato in Elzeviri di Paolo Maria Mariano | Contrassegnato | Lascia un commento

Il peso delle parole

di Paolo Maria Mariano C’è un detto antico secondo cui le parole sono pietre, e si possono scagliare, come Davide fece contro Golia in un gesto poi imitato fin troppe volte, talune a ragione, altre a torto, non solo in quelle … Continua a leggere

Pubblicato in Elzeviri di Paolo Maria Mariano | Contrassegnato | Lascia un commento

Ricordare l’incubo per rimanere umani

di Paolo Maria Mariano Perché ricordare? “Conosciamo il detto di Santayana: «Chi non è capace di confrontarsi con il proprio passato, è condannato a riviverlo eternamente»”, scrive Imre Kertész nel suo “Il secolo infelice” (Bompiani, 2012). E poi continua: “Una società … Continua a leggere

Pubblicato in Elzeviri di Paolo Maria Mariano, Prosa | Contrassegnato | Lascia un commento

Camminare

di Paolo Maria Mariano Il cervello umano è una macchina lenta. Non reagisce bene all’accumulo frenetico e compulsivo d’informazioni. Ha necessità che le nozioni macerino e decantino, che creino un humus, il substrato della comprensione e dell’invenzione. Per questo ha bisogno … Continua a leggere

Pubblicato in Elzeviri di Paolo Maria Mariano | Contrassegnato | Lascia un commento

Vienna, porta d’Europa

di Paolo Maria Mariano È di Eric Hobsbawm l’idea che il Novecento sia un secolo breve, stretto tra l’inizio della Prima Guerra Mondiale e il termine della Guerra Fredda: 1914-1991, questo è il periodo. I due eventi determinarono cambiamenti radicali … Continua a leggere

Pubblicato in Elzeviri di Paolo Maria Mariano, Prosa | Contrassegnato | Lascia un commento