Archivi tag: Guglielmo Forges Davanzati

Autonomia e denatalità: i rischi per il Sud

di Guglielmo Forges Davanzati La recessione nella quale si ritrova di nuovo l’economia italiana ha una molteplicità di cause, fra le quali il rallentamento del commercio mondiale, le incertezze derivanti dalla crisi dell’Unione Monetaria Europea (Brexit inclusa), la restrizione del … Continua a leggere

Pubblicato in Economia | Contrassegnato | Lascia un commento

I punti deboli della “secessione dei ricchi”

di Guglielmo Forges Davanzati La richiesta di maggiore autonomia da parte di alcune regioni del Nord (Veneto, Lombardia, Emilia Romagna) è stata appropriatamente definita una mossa verso la “secessione dei ricchi”. I cittadini residenti in quelle regioni, chiamati a esprimersi … Continua a leggere

Pubblicato in Economia | Contrassegnato | Lascia un commento

Lo Stato può contrastare la recessione italiana

di Guglielmo Forges Davanzati Preoccupa il dato recentemente rilasciato dalla Banca d’Italia, riferito a un calo della produzione industriale, in Italia, nell’ordine del 1.6%, imputabile a una riduzione della domanda di beni strumentali proveniente da Germania e Stati Uniti. La … Continua a leggere

Pubblicato in Economia | Contrassegnato | Lascia un commento

Una Legge di Bilancio che danneggia il Mezzogiorno

di Guglielmo Forges Davanzati La Legge di Bilancio appena approvata contiene ben poche misure a beneficio del Mezzogiorno e molte misure che semmai lo penalizzano. La filosofia di fondo che la ispira si basa sulla tradizionale logica dei tagli lineari: … Continua a leggere

Pubblicato in Economia | Contrassegnato | Lascia un commento

La Legge di Stabilità 2019 e i problemi dell’economia italiana

di Guglielmo Forges Davanzati Dopo una lunga trattativa con le Istituzioni europee, si avvia a conclusione l’iter che ha portato alla riscrittura della Legge di Stabilità. Da un lato, è stata evitata la procedura di infrazione per debito eccessivo, dall’altro … Continua a leggere

Pubblicato in Economia | Contrassegnato | Lascia un commento

Perché l’Italia non cresce (dagli anni Ottanta)

SINTESI. La storia recente dell’economia italiana mostra come le nostre imprese hanno sempre cercato di guadagnare competitività nei mercati internazionali comprimendo i salari o approfittando di svalutazioni della lira. La linea di politica economica che si sta perseguendo in Italia, … Continua a leggere

Pubblicato in Economia | Contrassegnato | Lascia un commento

Industria 4.0 e la polarizzazione regionale dei sistemi formativi

di Guglielmo Forges Davanzati I processi di automazione e digitalizzazione dei processi produttivi sono alla base di quella che alcuni analisti definiscono – forse enfaticamente – quarta rivoluzione industriale. L’Italia arriva tardi (il c.d. Piano Calenda è del 2017, a … Continua a leggere

Pubblicato in Economia, Universitaria | Contrassegnato | Lascia un commento

Roma-Bruxelles: come perdere la battaglia contro l’Europa

di Guglielmo Forges Davanzati La bocciatura della Legge di Bilancio da parte della Commissione Europea è stata da molti interpretata come un vero colpo di Stato contro l’Italia. Intenzionalmente o meno, la decisione della Commissione sembra aver rinvigorito il nazionalismo … Continua a leggere

Pubblicato in Economia | Contrassegnato | Lascia un commento

Lo spread, i mutui e la crescita

di Guglielmo Forges Davanzati Vi sono ragioni per ritenere che l’aumento dello spread influenzi i tassi di interesse sui mutui? In larga misura sì, sebbene vi siano altre variabili (in primis la direzione che assume, o ci si attende che … Continua a leggere

Pubblicato in Economia | Contrassegnato | Lascia un commento

A chi serve regionalizzare l’istruzione

di Guglielmo Forges Davanzati Sul sito della Lega si legge “ogni laurea presa in qualsiasi università italiana ha lo stesso identico valore, ma sappiamo bene che diversi atenei, soprattutto meridionali, offrono un servizio nettamente peggiore della media”. Non è chiarito … Continua a leggere

Pubblicato in Economia, Scolastica | Contrassegnato | Lascia un commento