Archivi tag: Antonio Errico

Di una civiltà rimane la bellezza senza tempo

di Antonio Errico Disse una volta Eugenio Montale che la cultura è quello che rimane nell’uomo quando ha dimenticato tutto quello che ha appreso. Forse si potrebbe pensare che quello che diceva Montale possa valere sia per un uomo che … Continua a leggere

Pubblicato in Prosa | Contrassegnato | Lascia un commento

La rinascita dalle macerie di una civiltà

di  Antonio  Errico Se una civiltà crolla, che cosa accade, chiede Paolo Conti a Andrea Carandini nel corso di  un’intervista sul “Corriere della sera”. Carandini, ottant’anni, professore di Storia dell’arte greca e romana, risponde così: si torna indietro nella Storia. … Continua a leggere

Pubblicato in Prosa | Contrassegnato | Lascia un commento

Senza storia e senza cultura siamo soggetti privi di identità

di Antonio Errico Procedendo per nuclei semantici, per interdipendenza di concetti, per delineazione di scenari, nell’editoriale di domenica scorsa, il direttore di “Nuovo Quotidiano di Puglia”, Claudio Scamardella, arriva ad un punto in cui dice che la cultura appare di … Continua a leggere

Pubblicato in Prosa | Contrassegnato | Lascia un commento

Meglio e peggio, la distinzione che fa la differenza

di Antonio Errico Una volta, quand’era il giorno della fiera, arrivavano nei paesi i venditori di piatti chicchere bicchieri. Si mettevano con i camioncini lungo il lato della piazza, e richiamavano la gente sbattendo piatti e chicchere e bicchieri uno … Continua a leggere

Pubblicato in Prosa | Contrassegnato | Lascia un commento

Inquieti e spaventati, così le paure ci nascondono le bellezze

di Antonio Errico Abbiamo tutti paura. Abbiamo tutti una paura stravolgente. Al principio della sua Ultima lezione, Zigmunt Bauman si domanda per quale motivo oggi siamo tutti così inquieti, perché si fanno così tante oscure premonizioni su quello che ci … Continua a leggere

Pubblicato in Prosa | Contrassegnato | Lascia un commento

I torti e le ragioni dei lodatori del tempo passato

di Antonio Errico Erano in tre seduti sulla panchina di una piazza di paese solitaria, sotto una luna bianca che ritagliava le forme da strabilio di una facciata barocca. Avevano quell’età che avanza rapidamente, quella in cui i ricordi lontani … Continua a leggere

Pubblicato in Prosa | Contrassegnato | Lascia un commento

Il fascino infinito delle cose che mai sapremo

di Antonio Errico Siamo molto lontani dal poter dire di che cosa siamo fatti, com’è iniziato tutto e dove andiamo. Conosciamo solo il cinque per cento dell’universo. Il novantacinque per cento è un punto interrogativo. Pensiamo che abbia avuto origine … Continua a leggere

Pubblicato in Prosa, Scienza | Contrassegnato | Lascia un commento

Nuove storie per raccontare il Salento degli anni che verranno

di Antonio Errico Calava un tramonto da bestia macellata sul mare tra la Montagna Spaccata e la Torre dell’Alto. Nel punto dov’è il pizzo dell’Aspide, si consumava un’altra giornata di accamparamento intollerabile e tollerato, la sosta alla stazione di posta … Continua a leggere

Pubblicato in Prosa | Contrassegnato | Lascia un commento

La Lecce che amavo saccheggiata dalla folla anonima

di Antonio Errico Ho amato una città, per quarant’anni. L’ho amata fino a poco tempo fa, fino ai primi giorni di luglio che è passato, fino a quando una sera non l’ho vista invasa, saccheggiata da una folla senza meraviglia, … Continua a leggere

Pubblicato in Prosa | Contrassegnato | Lascia un commento

Noi, fermi ai bordi tra la conoscenza e l’ignoto

di Antonio Errico “Qui, sul bordo di quello che sappiamo, a contatto con l’oceano di quanto non sappiamo, brillano il mistero del mondo, la bellezza del mondo, e ci lasciano senza fiato”. Finiscono così le Sette brevi lezioni di fisica … Continua a leggere

Pubblicato in Prosa | Contrassegnato | Lascia un commento