Archivi categoria: Poesia

Colloquio

di Antonio Prete . Dove vai, mi diceva, è buio intorno, e l’erba è alta, è nera come il cielo. Vedevo in quell’oscuro la criniera,  . e il dorso e il muso: era un bassorilievo contro la  pietra notturna del … Continua a leggere

Pubblicato in Poesia | Contrassegnato | Lascia un commento

L’elegante Signora

di Giovanni Bernardini L’accumulo degli anni non scioglie il groppo di ghiaccio che m’annoda il cuore nel desiderio di te, madre, dei colloqui che potevamo avere e non abbiamo avuti sotto l’ombra quieta della sera quando più lente scorrono le … Continua a leggere

Pubblicato in Poesia | Contrassegnato | Lascia un commento

Luce di quel che è stato

di Antonio Prete                                           There is starlight drifting on the black water                                               (Mark Strand, Selected Poems) Non viste stanno disanimate le cose, lucenti della loro disutile quiete. E’ una vernice spenta il rosso delle rose: tutt’intorno un’aridità senza sete.    … Continua a leggere

Pubblicato in Poesia | Contrassegnato | Lascia un commento

Gli Arbereshe

di Fabio Strinati  Spirito che emana luce, che spaziae si diffonde con libertàl’essenza magistraled’anime albanesioltre i confini nei paesi d’oltremare;diaspora come pollinii semi al vento depositati o Firmozao Picilia o Rùri o Spixana,l’alba animata da l’oralitàcadenza d’una voce frammistaa gioia … Continua a leggere

Pubblicato in Poesia | Contrassegnato | Lascia un commento

La riva

di Antonio Prete Sotto le nuvole di un cielo chiuso  un barcone ormeggiato sulla riva:  la vita non vissuta nella stiva, io sulla chiatta, immemore, confuso. [in Menhir, Donzelli 2007]             

Pubblicato in Poesia | Contrassegnato | Lascia un commento

Nel pane, nell’olio e nel vino

di Fabio Strinati                                             A Shpend Sollaku Noé 1. I gjithë një gllënkë fryme thëllimi i Beratit qyteti i lashtë jeton brënda një zëri që kumbon një jehonë pjellore nga njëra degë në tjetrën, shfryn në një kënd hijen e … Continua a leggere

Pubblicato in Poesia | Contrassegnato | Lascia un commento

Teotihuacán

di Antonio Prete                                           a  Valerie Mejer La pietra è cielo, il cielo pietra. Fluttuano nella quiete meridiana i simulacri degli dei.  Sopra un letto di cenere, in disparte, sonnecchia il dio della cancellazione. Il serpente piumato ha occhi di … Continua a leggere

Pubblicato in Poesia | Lascia un commento

Inverno

di Antonio Prete Quattro ragazze sul ponte. Il silenzio è d’acqua. Bagna le facce, i vestiti. Sostano nell’istante, e nell’istante si raccoglie il mondo. Il cielo è una macchia persa nel vuoto. Le ragazze guardano il fiume fermo, privo di … Continua a leggere

Pubblicato in Poesia | Contrassegnato | Lascia un commento

Finestra

di Antonio Prete Oltre la croce del vetro il cielo, corso da pallide nuvole. Il veliero è nel fiume. Dentro, il tempo stivato, le voci mute.  Il dolore del mondo sull’albero.  Ha i tuoi occhi la donna che guarda laggiù … Continua a leggere

Pubblicato in Poesia | Contrassegnato | Lascia un commento

Un’altra lingua

di Antonio Prete Quell’albero, il suo disegno d’intrico e di luce, immobile nella nebbia del mattino, quel cane che solitario trotta costeggiando i cespugli del ciglio, quella mosca che si solleva dal davanzale strabuzzando le ali, una trama li unisce … Continua a leggere

Pubblicato in Poesia | Contrassegnato | Lascia un commento