Archivi categoria: Inchiostri di Antonio Devicienti

Inchiostri 20. Per Ilaria Seclì

di Antonio Devicienti Il mondo fece credere inadatto il Principe di Perfezione. Bucò l’acqua della sua Sapienza Dolce per dividerla nei terreni paludosi e farne cibo per i molti. Lei nel sonno di bambina, dita al pianoforte, silenzi e solitudini … Continua a leggere

Pubblicato in Inchiostri di Antonio Devicienti | Contrassegnato | Lascia un commento

Inchiostri 19. Colui che era “corpo occhio luna penna”

di Antonio Devicienti La scrittura si muove tra le colline marchigiane, Jacqueline Risset vi intuisce la verità di una poesia che nasce dalla reclusione, ma che viene “vendicata” dalla luna, dalla sua presenza poetica perché creatrice e fantasticante – forse … Continua a leggere

Pubblicato in Inchiostri di Antonio Devicienti, Poesia | Contrassegnato | Lascia un commento

Inchiostri 18. Per Ettore Spalletti

di Antonio Devicienti Presenza della stanza: sono la porta e la soglia  a identificarla, dialettica tra dentro e fuori, tra chiuso e aperto. La finestra è la cesura necessaria nella compattezza del muro per fare della stanza non cella di … Continua a leggere

Pubblicato in Arte, Inchiostri di Antonio Devicienti | Contrassegnato | Lascia un commento

Inchiostri 17. Giorgio Morandi a Grizzana

di Antonio Devicienti Dalla finestra della casa di Grizzana Giorgio Morandi percorre col binocolo, palmo a palmo, il paesaggio. Dipinge per mediata visione, per distanza e non distratta concentrazione. Sono anni di guerra, i colori che trasceglie spesso cupi oppure … Continua a leggere

Pubblicato in Arte, Inchiostri di Antonio Devicienti, Letteratura | Contrassegnato | Lascia un commento

Inchiostri 16. Per Vincenzo Ciardo

di Antonio Devicienti Quello di Vincenzo Ciardo è sguardo amorosamente dispiegato sulle terre salentine – non scrivo di proposito “sul paesaggio salentino”, orribile espressione inflazionata e guastata dalla tendenza sempre più diffusa a imbalsamare una certa idea della Terra d’Otranto … Continua a leggere

Pubblicato in Arte, Inchiostri di Antonio Devicienti | Contrassegnato | Lascia un commento

Inchiostri 15. Il poeta e il vulcano

di Antonio Devicienti corps œil lune plume (Jacqueline Risset, Présence de la lune, testo dedicato a Giacomo Leopardi) La luna va calando all’orizzonte / dove si perde la pianura, e dice / che trapassare al nulla non è male (Giovanna … Continua a leggere

Pubblicato in Arte, Inchiostri di Antonio Devicienti | Contrassegnato | Lascia un commento

Inchiostri 14. Per Vittorio Bodini

di Antonio Devicienti Sulle soglie, in ascolto, antiche donne sedute – o macchie che la luna ripercuote nell’aria – socchiudono pupille d’una astratta durezza dai palmi delle mani, aperte pietre sui grembi. Ineludibile Bodini per chi, Salentino, si dedichi alla … Continua a leggere

Pubblicato in Arte, Inchiostri di Antonio Devicienti, Letteratura | Contrassegnato | Lascia un commento

Inchiostri 13: Jouer de la pétanque

di Antonio Devicienti Questa volta l’inchiostro numero 13 abbandona il rigoroso bianco e nero per colmarsi dei colori degli abiti delle persone e della luce di Provenza della fotografia che il filosofo François Fédier scatta nel settembre del 1966 in … Continua a leggere

Pubblicato in Arte, Inchiostri di Antonio Devicienti | Contrassegnato | Lascia un commento

Inchiostri 12. Santo Stefano di Soleto

di Antonio Devicienti Forse è possibile dire che frammenti di tempo letteralmente pietrificatto si rendano visibili mentre si vaga per le strade dei centri storici – ma l’espressione “centro storico” mi appare ben poco elegante e ancor meno pregnante di … Continua a leggere

Pubblicato in Arte, Inchiostri di Antonio Devicienti | Contrassegnato | Lascia un commento

Inchiostri 11. La Santa dei Gitani

di Antonio Devicienti Il pellegrinaggio dei Gitani alle Saintes Maries de la Mer è una processione anche di apparizioni, di accensioni dell’immaginazione. Dalla cripta portano fino al mare l’immagine della loro Santa “Nera”, Santa Sarah, la serva egizia che salvò … Continua a leggere

Pubblicato in Arte, Culture e popoli, Inchiostri di Antonio Devicienti | Contrassegnato | Lascia un commento

Inchiostri 10: Henri Cartier Bresson fotografa il passo di Alberto Giacometti sotto la pioggia

di Antonio Devicienti Il passo di Giacometti è quello delle sue ombre, le sue ombre sono materia scultorea – o l’avanzo, carbonizzato e irriducibile, di quello che il fuoco ha finito di bruciare e più non sa bruciare. Questa pioggia … Continua a leggere

Pubblicato in Arte, Inchiostri di Antonio Devicienti | Contrassegnato | Lascia un commento

Inchiostri 9: Eduardo Chillida e Johann Sebastian Bach

di Antonio Devicienti Alcune serigrafie del 1997 di Eduardo Chillida, opere di calviniana leggerezza, omaggiano il nome e l’opera di Johann Sebastian Bach rendendo visibile la musica, facendosi onde d’inchiostro capaci di attuare la sinestesia tra udito e vista. Onde … Continua a leggere

Pubblicato in Arte, Inchiostri di Antonio Devicienti | Contrassegnato | Lascia un commento

Inchiostri 8: i sentieri di Dimitris Pikionis sull’Acropoli di Atene

di Antonio Devicienti … anche se, lo si ricordi, questi sentieri bellissimi e armoniosi inventati dal genio di Dimitris Pikionis non esisterebbero senza la competenza e la bravura delle maestranze che hanno tagliato, sagomato, posato le migliaia di tasselli che … Continua a leggere

Pubblicato in Arte, Inchiostri di Antonio Devicienti | Contrassegnato | Lascia un commento

Inchiostri 7. Su di una foto di Lucien Clergue

di Antonio Devicienti L’uomo cavallo, inchiostrata forma ritta tra i bianchi squadrati muri dell’edificio, si muoverà dentro un tempo sospeso e verrà a sollecitare sogni, visioni, stupefazioni. Una Provenza  coniugata al tempo futuro, ma non nel senso banale e diffuso … Continua a leggere

Pubblicato in Arte, Inchiostri di Antonio Devicienti, Letteratura | Contrassegnato | Lascia un commento

Inchiostri 6. Su di una foto di Marcello Moscara

di Antonio Devicienti Sono stanco del Salento tutto colori, sule mare e ientu, buono per turisti che non capiscono quello che vedono, cui non interessa quello che siamo né quello che siamo stati, non amo il Salento delle notti della … Continua a leggere

Pubblicato in Arte, Inchiostri di Antonio Devicienti | Contrassegnato | Lascia un commento

Inchiostri 5. Su di un disegno di Giuseppe Penone

di Antonio Devicienti Propagazioni sono quei lavori che partono dall’impronta digitale impressa al centro del foglio con inchiostro tipografico per continuare (“propagare”) a matita le linee dell’impronta del polpastrello; le linee mantengono sempre una distanza tra di loro di un … Continua a leggere

Pubblicato in Arte, Inchiostri di Antonio Devicienti | Contrassegnato | Lascia un commento

Inchiostri 4. Su di una foto di Leonardo Sinisgalli ad Alberobello

di Antonio Devicienti C’è questa fotografia di Leonardo Sinisgalli ad Alberobello nel 1964. Riconosco la calce bianca di Puglia che dà morbidezza ed eleganza contadina alla pietra arenaria, riconosco la terracotta del grande vaso il cui colore, in parte toccato … Continua a leggere

Pubblicato in Arte, Inchiostri di Antonio Devicienti | Contrassegnato | Lascia un commento

Inchiostri 3. Su di un disegno di Álvaro Siza

di Antonio Devicienti Disegnare è atto di gioia intellettuale e di conoscenza: l’architetto Álvaro Siza disegna non solo in funzione dei progetti cui lavora, ma anche per puro divertimento, per fissare sotto forma d’immagine momenti di convivialità – ed egli … Continua a leggere

Pubblicato in Arte, Inchiostri di Antonio Devicienti | Contrassegnato | Lascia un commento

Inchiostri 2. Su di una fotodi Marina Ballo Charmet

di Antonio Devicienti Con vocabolo viziato di pregiudizio chiamiamo “erbacce” quelle piante spontanee e indesiderate che, diciamo inoltre rincalzando l’espressione spregiativa, “infestano” un prato o un giardino. Dimentichiamo che semi, spore e radici ignorano bellamente l’artificiosità e l’artificialità di quei … Continua a leggere

Pubblicato in Arte, Inchiostri di Antonio Devicienti | Contrassegnato | Lascia un commento

Inchiostri 1. Su di una foto di Antigone Kourakou

di Antonio Devicienti La fanciulla vestita di nero e adagiata (o adagiatasi), gli occhi chiusi, sulle gradinate del teatro fa da contrappunto al bianco-grigio (forse millenario) della pietra e della calce e possiede, per chi guarda, un legame con il … Continua a leggere

Pubblicato in Arte, Inchiostri di Antonio Devicienti, Letteratura | Contrassegnato | Lascia un commento